Ok, sono un po’ acida stanotte/stamattina.


Per chi è di Roma, o comunque orbita intorno al Gra, dovrebbe risultare una cosa facile.

Diciamo che te lo insegnano quasi da piccolo.

Sei in macchina e a seconda di dove sei geograficamente collocato, ti dicono:

Mi raccomando tesoruccio bello, ricordati che una volta trovato il Grande Raccordo Anulare, poi è facile tornare a casa! Basta che cerchi l’uscita n°#.

Ed io, che sono sempre stata una bambina attenta, lo so che una volta che sto sul Raccordo, devo seguire i cartelli per Firenze.

Lo so, ho 21 anni, da uno porto la macchina, da 20 faccio da passeggera.

E com’è che allora io mi perdo continuamente?

No, cioè.

E’ da ridere.

Fiumicino – CasadiNana = 2 ore e 24 minuti.

Roba che all’andata ce ne ho messi 40, di minuti.

Dov’è il mio senso dell’orientamento?

Dove l’ho perso?

Che s’è fumato?

Devo portarlo dallo psicologo per farlo emergere?

Che devo fa?

Voi direte, comprati un navigatore!

Ma la cosa carina è che io il navigatore ce l’ho.

E lo stavo anche usando.

E la cosa ancora più carina è che stavo in riserva, e che alla stazione di servizio ci sono arrivata per il rotto della cuffia.

Ovvero?

La macchina si è spenta all’imbocco del benzinaio, così, da dolce donzella qual sono, mi son dovuta mettere a spingere tirando un po’ giù tutto il calendario.

Saranno rabbrividiti pure i camionisti lì in sosta.

 

Comunque, che ci faceva una Nana che non dovrebbe esser lasciata libera di circolare a Fiumicino?

Fatevi gli affari vostri, no?

No vabbè, ve lo dico, cheppoi ci rimarrei male a sapere che non v’interessa.

Avevo un appuntamento.

Ebbene sì.

Dopo, ehm, quanti?

Tre mesi di calma piatta, ho un appuntamento.

E non è andato come speravo.

Simpatico il tipo, sì.

Però voi ce lo vedreste accanto a me uno fissato con le lampade, e quindi abbronzato tutto l’anno, che va in giro con i pantaloni bianchi e la canotta nera, che porta le collane quelle massicce d’argento, con annessi bracciali, e il brillantino al naso?

Un consiglio spassionato: non uscite MAI con gli ottici logorroici, o vi ritroverete in macchina a sentire uno che vi gesticola addosso nel goffo tentativo di spiegarvi come è fatto l’occhio et similia.

E vi dirà pure che avete una leggera forma di strabismo.

Ehi, nono tranquillo, non ci stai vedendo doppio.

Sono tutte e due le mie manine sante che ti salutano!

Au revoir!

 

Però una nota positiva c’è.

C’erano le bancarelle, a Fiumicino.

Ed ho trovato i dvd a 3€.

E mi sono comprata The Millionaire e Little Miss Sunshine.

Anche se io oggi sto in fissa con The Rocky Horror Picture Show, che tra l’altro quello lì non sapeva neanche cosa fosse.

Ma la gente che campa a fa?

 

Byez, la Nana.

Annunci

8 comments

    • Ahahah ma io non è che mi vergogni.
      E’ che da quando ho formattato il cellulare, è cambiata la voce al navigatore, quello base che ti danno col telefono.
      E insomma c’è sta voce tremenda, vecchia in fin di vita per capirci, che per dire le cose ci mette i secoli, e così mentre dice a due all’ora di girare a sinistra, tu stai pur certa che l’imbocco l’hai già passato!
      Quindi continuo a girare, a girare, a girare..

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...