To fall in.


C’è bisogno di ricostruirsi sempre, da soli.
È che quando crolla una parte di te, e tu hai ancora le mani impegnate a rimetterne su un’altra, che fai?
Di mani ne hai solo due, e aiuto non lo puoi chiedere.
Puoi solo accelerare la ricostruzione, magari facendola alla bene in meglio, così potrai correre a mettere le impalcature dall’altra parte.
Il punto è che le cose vanno fatte bene.
Il punto è che sai benissimo che crollerà di nuovo, al primo soffio di vento più forte, alla prima scossa, al primo tremito.
Il punto è che sarai sempre lì a correre a destra e a manca, con le mani sporche, a ricostruire castelli di carta.
Forse dovresti semplicemente raderti al suolo.
Ricostruirti daccapo.
Progettarti più solida, più resistente, scegliendo solo materiali di qualità, che forse ti costeranno parecchio sacrificio, ma dureranno a lungo.
C’è solo una cosa che blocca i lavori, che ancora non li fa partire.
La paura del vuoto.
La paura di quel silenzio assordante dopo il crollo.
La paura che sotto quelle macerie non rimanga più nulla in vita.
E allora continua a correre da una parte all’altra, infettando le tue pareti con le mani sporche ed il cuore malato.

Byez, la Nana.

Annunci

19 comments

  1. E se invece di costruire o di distruggere tu semplicemente vivessi questo momento di dolore? Se non è ora, andrà meglio poi. Una delle mie citazioni preferite è “se non riesci ad uscire dal tunnel, arredalo”…prendilo come spunto di riflessione…

    Mi piace

  2. Nana, devi pensare a quello che c’è dopo..e ancora dopo. C’hai tutta una vita davanti e le ferite guariranno. Meglio fare tabula rasa e diventare più forti, che tanto prima o poi lo si deve fare comunque, piuttosto che vedere crollare tutto per mano di qualcun altro. Soprattutto se sai che è una cosa già destinata a finire, accelera la fine e non perdere tempo che potresti rimpiangere.Non devi avere paura di demolire, dovresti sapere che lo fai per te. Imparare ad essere egoisti, nel senso di saper salvaguardare se stessi, è un buon modo per ricominciare.

    Uit lòv.

    Mi piace

    • Devo imparare, sì.
      Devo proprio imparare.
      E’ quello il punto.
      Ci provo, mi ci metto d’impegno, ma mi perdo in un bicchiere d’acqua.
      Piano piano me ne sto rendendo conto, anzi, direi che ne sono più che consapevole che mooolte cose sarebbero da sfasciare brutalmente.
      Il problema qui è che poi le mie azioni sono tutto il contrario.

      So ‘mpicci.

      Tanto affetto.

      Mi piace

  3. Nana, io non so a cosa ti riferisci di preciso, ma ti assicuro che io sono probabilmente stato condannato, dalla vita, a ricominciare sempre da zero (e soprattutto sempre dopo qualche film in cui ho solo costruito per me sprecando tempo…) Ti capisco.
    Ma arriverà il giorno in cui tutto questo costruire ci porterà ad edificare la migliore villa del mondo, e in breve tempo!! :)

    Moz-

    Mi piace

  4. Prova a chiedere aiuto al signor Ikea :D
    Scherzi a parte Nanetta, la paura del vuoto e di quel silenzio che arrivano dopo il crollo, credo sia comune a tutti. Ma non deve mai mancare la forza di rialzarsi e la volontà di costruire e ricostruirsi. Non importa se ci vorrà più o meno tempo, l’importante è andare sempre avanti. Sono campionessa olimpionica di crolli, io, ma proprio per questo posso assicurarti che vale sempre la pena di farsi forza e crederci.
    Ma tanto sono certa che tu ce l’hai tutta questa forza e che questo è solo un più che legittimo sfogo.
    Un abbraccio.

    Mi piace

    • Era uno sfogo, vero.
      Uno sfogo dopo una pessima serata.
      Ci faremo forza, in un modo o nell’altro si deve andare avanti.
      E poi, se ci si pensa a mente fredda, nessuno vale così tanto da poterti buttare giù.

      Mi piace

  5. Ci vuole tempo e cura dei particolari. La pazienza e la calma, consapevolezza di conoscere i propri limiti e si, fai cadere tutto giù , ti accorgerai che i pezzi buoni rimangono in piedi da soli senza che tu ci metta le mani. Quelli che crollano non erano costruiti proprio. Datti tempo e vedrai. E molla sto coglione anche se ancora non ho scoperto chi è U_U

    ‘cino

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...