Diario

Stand-by emotivo.


Fosse stato tutt’altro momento, probabilmente avrei sguainato la spada per combattere tutti i mostri che ho dentro.

Ma ora come ora, non ce la faccio.

Preferisco lasciarli lì, chiusi da una parte.

E non mi importa se si nutriranno di un po’ di me alla volta, o se finiranno col portarmi giù con loro.

Questa volta non ci riesco.

Sono stanca di combattere.

Voglio solo che quel logoro modo di dire funzioni.

Il tempo guarisce tutte le ferite.

Deve funzionare.

Io sto qui, e aspetto.

Non ci posso fare nulla.

Ci potrei provare ad armarmi e caricare contro di loro, ma sarebbe un suicidio.

Qualcuno direbbe che si tratta di tempistica.

Il giusto al momento sbagliato.

Ma visti tutti i momenti sbagliati che hanno preceduto questo, voglio starmene buona.

 

E comunque, tanto perché siamo in tema da frasi fatte, nella vita, mai dire mai.

sole-luna

 

Byez, la Nana.

Mattia lo sapeva. Sapeva tutto quanto, ma non riusciva a muoversi da dov’era. Come se, abbandonandosi al richiamo di Alice, potesse ritrovarsi in trappola, annegarci dentro e perdersi per sempre.

Annunci

33 thoughts on “Stand-by emotivo.

  1. Se riesci davvero a non pensarci e a lasciare certi pensieri in disparte, dovresti anche ritenerti fortunata…se non ci riuscissi impazziresti credo sia il modo migliore per cominciare a “dimenticare”: Sono una fiera sostenitrice del “ti alzi un giorno e non ci pensi più” (ma manco per sbaglio) di 883-ana memoria! :)

    Mi piace

    1. Eh, ma sai stlonza, io mi conosco bene.
      Tu pensa che ci misi ben dieci lunghi anni ad alzarmi un giorno e a non pensarci più!
      Però era una cosa diversa, credo.
      Comunque si fa quel che si può!
      Voglio solo stare..tranquilla.
      Ecco.
      Sapere che non faccio male a nessuno e che nessuno farò male a me.
      Mi ci vuole.

      Mi piace

  2. Fidati Nana, inutile cercare di combattere in questi casi, perché finché non passa da sé niente può cambiare, e combattere (ossia, reagire) va bene ma si corre il rischio di imbarcarsi in altri piccoli errori, distrazioni sì ma anche nuove delusioni.

    Moz-

    Mi piace

    1. Esatto!
      E’ quello di cui mi sono accorta anch’io.
      Diciamo che da due annetti circa sono una specie di tornado, probabilmente per compensare troppi anni di staticità accumulati, ma anche così non sono arrivata a nulla.
      Sto cercando il mio equilibrio, ecco.

      Mi piace

      1. Eh, forse tutti siamo alla costante ricerca di un equilibrio… anche chi lo ha già, sa bene che potrebbe essere sconvolto continuamente.
        Anzi forse, ancora meglio, dobbiamo lottare per MANTENERLO stabile!^^
        Moz-

        Mi piace

  3. you should prolly just chill out a bit and then perhaps drop by and see what condition your condition is in… oppure scrivi una tragedia e poi uccidila con un lieto fine. O costruisci una casetta per gli uccelli e falla esplodere, o spingi una vecchietta giù da un tram. La vita è piena di opzioni… ma soprattutto continua a scrivere questi post perché mi serve una scusa per fissare inebetito lo sfondo di questo blog, che adoro (or the other way round, se preferisci essere parole invece che uno sfondo).

    Mi piace

    1. La vita è piena di opzioni ma a quanto pare credo d’avere un certo talento nello scegliere solo quelle dannose per me.

      Quello sfondo è fantastico, puoi venire a fissarlo quando vuoi!
      Sei il benvenuto qui!

      Mi piace

    1. A me non fa impazzire.
      Secondo me aveva un gran potenziale a livello soprattutto di caratterizzazione dei personaggi ma, boh.
      E’ come se molte cose le buttasse lì tanto per, ed è un peccato!

      Mi piace

  4. dico che mi sembri un tipo forte e con cervello…
    e mi pare un’accoppiata esplosiva… e che ti mette in mano tutti gli strumenti per capire e fare le tue scelte… non quelle giuste… le tue!
    poi, a volte, lasciarsi trasportare dagli eventi, forse, è la cosa migliore!
    : )
    r.

    Mi piace

    1. Dipende quali eventi, però in linea di massima è vero.
      Il problema viene a crearsi quando non si è in ballo da soli.
      Purtroppo sono una di quelle brutte persone, o cartone animato (fai tu), che valuta tutti i pro e i contro, e se di mezzo c’è il fare male a qualcuno allora si blocca.

      Mi piace

  5. si Nana, il tempo guarisce veramente tutte le ferite. O comunque le fa smettere di sanguinare. rimane la cicatrice ma è un’altra storia. E se te lo dico io allora è proprio vero! io che non ci avrei mai creduto eppure…coraggio! :)

    Un abbraccio ed un bacione grande!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...