La chiamavano sincerità.


Dico solo che ci sono momenti, come questo, in cui mi sento di troppo.

Mi servirebbe una macchina del tempo, per evitare di fare certe stronzate.

Spesso mi accorgo di quanto la gente si complichi la vita con le proprie mani, quando poi in realtà sono la prima a farlo.

Questo gioco senza fine di trovare soluzioni ad errori che sapevo di commettere già in partenza, mi sta stancando.

Mi sto stancando di me stessa.

 

Che alla fine, io, non ci guadagno nulla.

Ho bisogno di una resa.

Isso bandiera bianca, e cambio registro.

Me lo devo.

 

Byez, la Nana.

Annunci

40 comments

  1. Un conto è dare ascolto alla propria razionalità, un altro è dire no a tutto indistintamente… spero che il tuo sfogo sia riferito alprimo caso!!
    (dai che sei forte!)
    :-D

    Mi piace

  2. hey hey ragazzina!
    io conosco bene questi discorsi, perché me li sono sempre fatti io… il brutto è che me li faccio ancora a 48 anni! vedi di non fare come me!
    anche io mi sono sempre sentita di troppo dappertutto… in famiglia a scuola, quelle poche volte in cui ho provato a coltivare delle amicizie…
    pensa che da piccola pensavo di non essere figlia dei miei, ma che m’avessero trovata!
    io non so dirti le parole giuste perché non le ho mai avute nemmeno per me… posso dirti solo che poi col tempo certe cose cambiano, anzi… NOI cambiamo, e ci accorgiamo che non era come pensavamo, solo il segreto per non caderci mai più non te lo so dire… non lo so nemmeno io… però c’è un libriccino che quasi quasi direi di leggere pure a te….
    dopo ti scrivo in pvt :)

    Mi piace

      • sì… poi ho cominciato ad osservare mia madre e mi sono accorta che fisicamente sono fatta uguale… allora mi son detta “m’avrà sfornata lei!” :D
        comunque Nana, se hai bisogno di sfogarti a volte, io non sono ne’ psicologa ne’ genio… però alcune cose le ho lasciate indietro e dopo tanti anni le guardo con altri occhi… alcune ancora fanno male… ogni volta che ti ritrovi a vivere la stessa situazione… le cose mai superate…

        Mi piace

  3. io vorrei la macchina del tempo per provare a vivere un po’ con i dinosauri, per vedere Gesù che predica al tempio, per provare quei vestiti (che sembrano scomodissimi) che mettevano nell’800 o alla corte del re di Francia.Pensa che figata! :D

    Mi piace

  4. “Ho bisogno di una resa, isso bandiera bianca e cambio”.. Penso anch’io che bisognerebbe trovare il giusto equilibrio tra la lotta per ottenere qualcosa, la lotta per cambiare, e quel sentimento di resa che ti fa vedere tutte le cose con più lucidità… però è difficile!

    Mi piace

  5. Issa tutte le bandiere bianche che vuoi, issane anche qualcuna arcobaleno (stavo per scrivere barcoleno, mwahahahahah) e qualcuna a righe fuxia e nera così tanto per, ma SMETTILA di sentirti inutile ed inadeguata e tutte quelle cazzatine lì.
    E se ti ci senti, prendi il tuo bel cellulare e chiama, fossero anche le due di notte.
    E comunque, la macchina del tempo anche io la vorrei, mi ci divertirei un sacco!

    Mi piace

    • Senti tu!
      Barcolena dei miei anfibi, queste cose che hai detto a me, le dovresti leggere ad alta voce ed imparartele a memoria.
      Ecco.
      Soprattutto le chiamate, che tanto alle 2 di notte io sto come un grillo.

      Dobbiamo costruire una macchina del tempo, basta.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...