Questa volta somigliare agli altri non basta.


Ho letto svariati post su questo inizio 2015 e, beh, tirando sommariamente le somme (?), direi che il 2014 non sia stato poi così apprezzato.

Gli anni a numero paro non sono mai stati di mio gradimento, quindi devo un po’ aggregarmi a coloro che ripongono grandi speranze ed aspettative nel nuovo entrante.

C’è da dire che nonostante il fato abbia continuato ad assestare calci e sgambetti qui e lì durante questi 365 giorni, non tutto è stato da buttare, e mi sembrava carino stilare una lista di ciò che ho imparato dal 2014:

– niente.

No, ok.

Scherzavo.

Scusate!

Non ho resistito!

Cavolate a parte, è stato un anno sicuramente ricco di cose.

L’ho iniziato che vivevo da sola, e l’ho chiuso dormendo su una brandina vicino al frigo in casa di mia mamma.

Ho finito-riniziato-rifinito la relazione più seria e longeva che abbia avuto finora, che mi ha insegnato tanto e a cui devo molto.

Ho lasciato un pezzetto di cuore a Parma, uno a Milano, uno con la camicia a quadri a Napoli. E se il primo è stato un piacere, il secondo è stato un consolidare il bene per qualcuno, il terzo è stato una scoperta che non ho saputo gestire e di cui probabilmente continuerò a pentirmi, senza mai dimenticare dolci al miele e scale mobili vista mare.

Ho preso una birra con una persona on, ho condiviso un solo bacio in off, ma quello che mi è rimasto sono mani che si sfiorano, ed un bel ricordo di qualcuno che s’è mostrato così com’era.

Ho mangiato delle patatine blu su un divano enorme, apprezzando il coraggio di provarci ancora, e di scoprirsi nuovi ma sempre uguali.

Ho bevuto del vino ad un tavolo che traballava, osservando come cambiasse l’espressione del suo viso al suo arrivo, e di come si possano cercare dei calzini per un pomeriggio intero fermandosi poi a prendere del gelato.

Ho finito una busta di pizzette rosse su una panchina verde, cercando di colmare due anni di assenze, riuscendoci con una risata e un po’ di imbarazzo, capendo che si può tornare sui propri passi se l’affetto è sincero. Ed è sincero.

Ho capito che quando aggiungi la mamma di qualcuno su facebook, per un motivo o per un altro, stai ammettendo al mondo e a te stessa che le cose sarebbero diverse. E che obiettivamente, tu piaci alle mamme senza una spiegazione logica.

Ho cercato di non fuggire, ma non ce l’ho fatta, promettendo però a me stessa di affrontare la cosa e di provarci ancora.

Ho scelto labirrapiùdolcechecifosse e me la sono bevuta su una panchina, cercando di digerire una pasta al pesto di inizio anno, tra donne ed uomini e lavori e carezze e nonperdiamocidivista.

Ho avuto crostatine e mirtilli a disposizione, e se le prime le ho gestite davvero male, coi frutti di bosco fila ancora tutto troppo liscio.

Ho preso la macchina e ho guidato sotto una pioggia battente bandiera tuseipazza, per fumare una sigaretta al gusto di confidenze e timidezze, senza rendermi conto che il camioncino delle noccioline era sempre stato sotto i nostri occhi.

Ho scoperto il piacere di pulire una cucina non mia, di acciambellarmi su un divano non mio, con persone un po’ mie.

Ho condiviso foto, e pareri, ed emozioni con persone lontane, riscoprendole ogni giorno.

Ho girato per un paesino deserto in cerca di ispirazione, ritrovando sempre quella voglia recondita e facendoci un po’ pace sotto un lampione vista portone.

Ho messo un vestito, dei tacchi alti. Ho messo la tuta, le ciabatte rosa. Mi sono sentita carina. Mi sono sentita corteggiata. Mi sono sentita apprezzata.

Ho ammesso a me stessa cosa sia successo. Ed ho smesso di piangere per un po’. Ho iniziato a parlarne, a fare il suo nome, a condividerne racconti. Ho iniziato a rimodellare il tutto.

Non voglio aspettarmi nulla di più di un pizzico di felicità, dal 2015.

E poi Paolo Fox ha detto che sarà un grande anno per i nati sotto il segno del Cancro.

Chi sono io per contraddirlo?

Byez, la Nana.

10893346_10205717957178895_1952029342_nSe ve lo state chiedendo, sì.

Questa foto è puro egocentrismo.

No, non è vero.

Ma il mondo deve sapere che ho trovato un cappello che mi calza a pennello.

E soprattutto che è tutta una vita che volevo dire cappello che mi calza a pennello.

Annunci

46 comments

  1. Letto tutto d’un fiato.
    E vaffanculo è bellissimo.
    E quella panchina verde chi se la scorda? Ma soprattutto la chilata di pizzette..
    E insomma,sto 2014 ha fatto schifo un po’ a tutti,ma alla fine di cose ne sono successe parecchie.
    Ho un po’ paura per quello che accadrà nel 2015…ma se Paolo Fox ti ha detto che sarà un grande anno per quelli del tuo segno….io inizierei già a tremare ahahaha

    Non hai scritto però che ti sei fatta la tinta rossa e che sei diventata ancora più gnocca nel 2014.

    Mi piace

    • Tu sei di parte.
      Mi ami! Ed io ti amo.
      Allora lo vedi che la cosa è reciproca?

      VERDONE I LOVE YOU.

      Abbiamo distese di pizzette da mangiare ancor..ah no, ‘spetta. Siamo a dieta.
      Abbiamo distese di..brodini? da mangiare ancora insieme <3
      Preparati.

      Te l'ho già detto.
      Nel 2015 quel che succederà, succederà.
      Abbiamo un asso nella manica.
      Il mio si chiama Lolita, ed il tuo si chiama Nana [:

      Non ho neanche scritto quanto manchi a giugno se è per questo!
      E la gnocca, tra le due, sei tu.
      MI SPIACE.
      COSì E' DECISO.
      L'UDIENZA è TOLTA.

      Mi piace

      • Ahahahaha!Brodino is the way.

        <3 si poi tu sei così bassa che nella mia manica ci entri a pennello :3
        E' ancora un po' presto per il conto alla rovescia di giugno comunque.. ahahaha

        E ZITTA LA GNOCCA SEI E SARAI SEMPRE TU,FINE.

        Mi piace

  2. Guarda che se lo ha detto Paolo Fox puoi crederci, non so come faccia quello lì ma ci azzecca sempre. Anch’io sono del cancro e non sapevo che fosse un anno buono, ma sono contenta di saperlo. Siamo sempre gli sfigati della situazione, un po’ di fortuna mai. Fosse la volta buona!
    Dai che non è stato malaccio questo 2014, ma si può sempre migliorare, no? :)

    Mi piace

  3. Non vorrei ripetermi (che poi lo faccio comunque, ma la premessa mi fa sentire meglio e meno ipocrita del solita ah ah ah) ma ho il presentimento che questo 2015 sarà talmente cesso che farà sembrare il 2014 uno di quegli anni da ricordare alle feste dei parenti. Che io odio le feste dei parenti.
    E poi cappello che calza a pennello è speciale. Soprattutto quando ti senti dire: ma un berretto dei Marduk non fa molto Natale! Se per questo neanche una maglietta con scritto Suicidal Army, ma non mi causa grossi problemi.
    Diciamolo Nana, mi fa piacere vedere che ci sono cose positive, sono da raccogliere e custodire come francobolli. Non lo sentirai ripetere (e così chiudo con la premessa, che scrittore raffinato ah ah ah).

    Mi piace

    • Adoro la premessa auto-annullata.
      Adoro te, ma questo sarebbe un ripetermi! hahahah

      Come può un berretto dei Marduk non far Natale? Obiettivamente, rispecchia in pieno il tuo modo di viverlo, no? :P

      Guarda zeus, a me non frega di come sarà st’anno, che tanto di momenti belli e brutti ci saranno, come sempre!
      L’importante è che non sia un anno buttato a pensare al passato [:

      Magari sarà una merda, eh.
      Però alle feste con gli odiati parenti avremo qualcosa da raccontare.
      Boh, me lo sento.

      Ps: ti sono arrivati i dolci che ti ho portato stanotte?

      Mi piace

      • Ma lo dico io: passa il Natale come vuoi, ma passalo brutal! :D ahahah.
        Posso rendere più generica la tua affermazione? Non voglio che sia un anno buttato. Ecco. Questo no. Basta anni presi e buttati. Sarà anche brutto (lo sento nelle vene e mi prude il naso, ma forse ho preso solo freddo eheh), ma perso no. Mi deluderebbe.

        Ps: ehehehe Nana Nana. Ti ringrazio per i dolci… tu sì che sai viziarmi ;)
        Hai visto il diavolaccio che era in cucina?!

        Mi piace

  4. Devo essere onesto con te, lo so che quello che sto per dirti non è una cosa bella e che poi non sarà più lo stesso, però… ehm… ecco… vedi… anche se ti avevo detto che non le avrei toccate perché stavo a dieta… ecco… le patatine blu, no, ricordi?! Ehm… okay, lo dico: sono-finite-il-giorno-dopo!! E pure le crik crok classiche. E le birre. Così. Pluff. Tutto in un colpo. Da solo!

    Fiuu… l’ho detto!!

    Ma bello provarci, provarci ancora, e riuscirci. Mettere da parte orgoglio e dietrologia. Bello scoprirsi nuovi e sempre uguali. Bello chiedere scusa, fare un passo indietro, mettere una pietra sopra, avere il coraggio di voltare pagina, uscirsene con un sorriso che sfancula tutto… e poi fottersene, fottersene…

    Ti voglio bene.

    Mi piace

    • Ciccione!
      Dì che le barrette te le sei sparate tutte in una volta hahaha
      Ma hai fatto bene.
      Quelle patatine oltre ad essere BLU, e quindi superiori e bellissime, sono anche buonebuone.
      La dieta può aspettare, l’estate è lontana.

      Mettere J Ax è giocare sporco!
      Mi costringi a volerti bene hahahah :P
      E’ bello rivalutare, mettersi in discussione sempre e comunque.
      Trovare nuovi equilibri.
      Dare possibilità, soprattutto a noi stessi [:

      Mannaggia sushiman.

      <3

      Mi piace

  5. Allora vado tranquillo. Se Fox ha detto che il segno del Cancra andrà forte nel 2015, allora vorrà dire che sarà un anno passabile. Coraggiona cancerina, detto da un cancerino.
    Tutto sommato mi sembra un 2014 interessante il tuo. Movimentato il giusto mai monotono e vedendo sempre posti differenti e nuovi. Quello che serve alle cancerine.
    Non è detto che gli anni paro siano da buttare, Ho ricordi bellissimi degli anni paro.
    Un abbraccio cancerino.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...