Ma l’hai capito che non ti serve a niente sembrare intelligente agli occhi della gente, e che morire serve anche a rinascere.


Il decimo anniversario dalla scomparsa di Piergiorgio Welby.

Cavolo.

Sono già passati dieci anni.

Dieci lunghi anni in cui non si sono fatti passi avanti, in cui una lotta tanto importante quanto piena di umanità non è servita poi a molto.

Una lotta per cessare di esistere, quando ogni giorno ogni ora minuto secondo, veniamo spinti alla sopravvivenza, ad aggrapparci a qualsiasi cosa pur di rimanere in vita.

Anche se non vuoi più.

Anche se sei ridotto un vegetale.

Anche se la tua mente fin troppo lucida, deve guardare il mondo scorrergli davanti senza poterne fare parte, trasportato dalla corrente.

Nient’altro.

In nome del diritto alla vita.

 

Ci dichiariamo uomini liberi, ci sentiamo diversi dagli animali perché dotati di raziocinio e possibilità di scelta.

Ci credete davvero?

Le fondamenta di questa esistenza sono marce, le basi totalmente sbagliate, fatte di illusioni.

Ci dicono di pensare all’amore, al lavoro, alla vicinanza dei propri cari, come se questo dovesse bastarci a metterci le mani davanti agli occhi.

La cosa brutta è che, sì, basta davvero.

 

Non è il proprio orticello che va coltivato se l’intero campo è contaminato.

 

E’ che siamo impotenti.

E non mi venite a dire che le cose possono cambiare.

La massa verrà sempre definita tale per ovvie ragioni.

Anche io, anche io che ho iniziato a rendermi conto di come certe cose funzionino, faccio comunque parte della massa.

Sono avvinghiata a determinati meccanismi solo perché è così che mi hanno cresciuta, ma, credetemi, fa schifo sapere che non serve a nulla ma perseverare per abitudine e bisogno.

Un dualismo che ti logora.

Che non ti fa capire più da che parte stare.

Puoi dire continuo a vivere la vita di tutti i giorni perché questa ho e questo devo fare.

Non sarò di certo io a dirti che è sbagliato!

Anzi!

Ti dirò di continuare e di crederci fino in fondo.

Di non farti mangiare lo stomaco.

 

Costruisci un posto tuo con delle basi più solide, scava per cercare nuova terra.

Scava in fondo.

Arriva al centro della Terra, se dovesse essere necessario.

Cerca di non bruciarti.

 

Byez, la Nana.

 

Annunci

3 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...