#2 Cose che ho appreso dall’essere indipendentemente inCAOSinata


– Avere il lavandino che, di prima mattina, ti dà il buongiorno con una neanche troppo lieve scossa sul sedere, non è una cosa bella. Causa? Non hai la messa a terra, Nana. Ed io ancora non ho la minima idea di cosa sia, ‘sta messa a terra. So solo che quando la troverò, gliela farò pagare.

– Mai avrei sognato di volere con tutta me stessa un oggetto simile.

– Se qualcuno vi invita a cena e vi dice che sta infornando la pizza di carne, voi scappate. Scappate il più lontano possibile. Offro anche casa mia a mo’ di asilo politico. Vi aspetto sull’uscio con un bicchiere di acqua e Brioschi.

– Le patatine alla paprika del discount non contengono vera paprika, ma, più probabilmente, polvere da sparo.

– Il tipo fuori dal solito supermercato che ti saluta con un caloroso EHY RASTA, ti fa sentire speciale.

– Lo stesso tipo fuori dal solito supermercato che saluta un’altra con un caloroso EHY BELLA GNOCCA, ti fa sentire tradita. Ed anche un po’ cozza.

– Il pangrattato è il mio nuovo credo.

– Negare la tua presunta dipendenza da alcol a tua madre di fronte ad un frigo pieno esclusivamente di birre, sarà del tutto inutile.

– Scoprire l’esistenza del cornetto al tiramisù. MALE.

– Non capire se il postino ha intrapreso una guerra con te, o se, più semplicemente, è rincojonito.

– Entrare in cartoleria ed avere l’impulso irrefrenabile di comprare tutto, ma non farlo. Questo vuol dire crescere. Che schifo.

 

Byez, la Nana.

Annunci

56 commenti

  1. Ma offrirne una di birra? u.u”

    Comunque la messa a terra è un rito religioso. In pratica c’è un prete in salopette e cappello di paglia che recita frasi pregne di significato rivolgendosi a tanta gente sdraiata mentre da le spalle alla Sacra Vanga.

    Mi piace

  2. Partiamo dall’inizio. Devo riprendermi dalle risate.
    Non sapevo che di prima mattina ti sedessi sul lavandino. Di solito mi lavo le mani e il viso. Per le altre parti, cerco di non essere volgare e sguaiato, uso altri arredi bagno.
    Dimmi, sai sono sempre stato un curioso e non perdo occasione per aggiornarmi. Dimmi, dicevo, non hai la messa a terra, Nana. Direi che probabilmente qualche buontempone l’ha collegata al tubo dell’acqua oppure hai un lavandino elettrico simil phon.
    Punto secondo l’avvitatore di bulloni. Che te ne fai? vuoi girare con la bombola di gas compresso per usarlo? Oppure ti serve come oggetto contundente.
    Sorvolo la pizza e plano sulle patatine del discount. Hai deciso di porre fine alla tua esistenza terrena. Quelle sono un ottimo mezzo.
    Credevo che essereuna bella gnocca fosse un complimento. Mi asterrò dal formularlo.
    Per il resto c’è tempo, perdché la ridarella è ricominciata.
    Un abbraccio

    Mi piace

    • Sul cuore abbiamo già discusso abbondantemente.
      Comunque il tipo fuori dal supermercato ti piacerebbe.
      Credo sia giamaicano, ma parla romano meglio di me!
      Va a finire che dice anche a te che sei una bella figa.

      Mi piace

    • Ah, anche tu vittima della scossetta mattutina sulla chiappa?
      No perché a me prende sempre lì, per colpa dei bottoncini sulle tasche dei jeans.
      Come iniziare la giornata tirando giù tutti i santi!
      (:

      Mi piace

    • Magari Vuc’s!
      E’ che il tipo m’ha conosciuto quando ancora avevo quel bambinone attaccato alla testa, il megadread, e alloooora..
      Comunque no!
      L’alcool è per gli ospiti.
      Ecco, appunto.
      QUAND’è CHE DIVENTI MIO OSPITE?

      Mi piace

  3. Ma Ma… attenta potresti rimanere… scioccata dal non avere la presa a terra; Che poi io di ingegneria Elettronica non me ne intendo, se qualcuno mi chiedesse di sistemare la cosa penso che prenderei un po’ di terra da fuori e la butterei dentro la presa… dovrebbe funzionare lo stesso dai ahah

    Maaa fatti sentire ognitanto!, mandami un email o roba cosi.

    Mi piace

  4. questa cosa della messa a terra, brutta còsa.
    io l ho scoperto mesi quando quando ci ho messo altrettanto tempo per capire come diavolo fosse possibile che a saltare prima dei nervi sia la luce in pieno buio e senza una torcia. Manco un accendino nel raggio di un chilometrico.

    Ad esempio quando ero giovane e fumavo ci avevo sempre accendini in tasca.
    Ora che invece mi concedo solo al massimo due sigarette girate alla sera, ho i buchi neri che fagocitano accendini.

    però bestemmiare al buio e giocare a staccare gli interruttori e verificare le reazioni del salvavita è una ròba impagabile.
    Quasi maieutica.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...